Uomo Obsoleto

parigi-museo-orsaySono nato negli anni d’oro, quando c’era una distinzione logica, biologica, naturale e sociale dell’uomo e della donna, tali distinzioni fornivano le necessarie basi affinche le regole sociali prosperassero rendendo il nostro futuro chiaro e preciso:

Vai a studiare oppure vai a lavorare come tuo padre! e cerca di renderti responsabile che un domani devi mantenere una moglie e figli!

questo il monito che mia madre mi ricordavano ogni volta che tornavo dalla partita di pallone o dai pomeriggi lieti.

lo straordinario se cosi vogliamo qualificarlo, è avere conferma, col tempo e con l’esperienza, che tutto ciò era solo una imposizione femminile, ai tempi era ciò che la società ed il femminile chiedeva agli uomini di essere, di divenire..mio padre aveva semplicemente compiuto quanto era normale per i suoi tempi, ovvero sposarsi e schiavizzarsi ad una famiglia per il benessere della società.

Tornando a casa, si incontravano donne fuori dalle loro abitazioni intente a parlare e spesso a terminare il “corredo”, altro non era che tutta una serie di tovaglie, federe, tende et similia che le mamme coadiuvate spesso dalle nonne, preparavano per le loro figlie, la famosa “dote”, questo istituto, seppure modificato, sopravvisse in Italia fino al 1975, quando, con la riforma del diritto di famiglia, fu vietato.

Oggi ho superato gli anta da un pezzo, inutile dire che è tutto cambiato, ma quanto tempo tutto ciò ha impiegato a mutare? è stato cosi veloce che mentre mi preparavo per poter essere un buon padre di famiglia, il classico “uomo di una volta”, per come mia madre mi aveva sempre prodigato, tutto intorno a me cambiava, fino a poco tempo fa, mi sono sentito come un mangianastri appena uscito dalla fabbrica in una società dove persino il cd è oramai defunto.

le donne imputano colpe agli uomini, colpe che li vedono artefici di averle sempre schiavizzate, dominate, derise umiliate etc etc, ebbene, io credo fermamente il contrario, credo che le vere vittime erano, sono e saranno sempre gli uomini, in quanto solo colui che ha il potere e/o può amministrarlo è il vero detentore delle sorti umane, e quale potere più grande se non quello sessuale che ha mosso e muove dall’alba dei tempi il destino della società umana?

La Fica, vagina, bernarda, patata, patonza, chiamatela come volete, l’energia sessuale è alla base dell’esistenza umana, tutti noi proveniamo dalla vagina e tutti noi uomini eterosessuali sappiamo quanto grande sia l’impatto che essa ha nella nostra effimera esistenza, dalla nascita alla morte.

Gli antichi sapevano di questo potere, conoscevano bene l’assimetrico potere sessuale maschile/femminile, persino alcune odierne religioni che promuovono la regolazione delle libertà femminili, per questo è stata sempre tenuta sotto controllo, ma invano, giacchè come l’acqua essa è incontenibile e indirettamente ha da sempre dettato le sorti degli uomini e delle donne, e le donne hanno sempre saputo di questo potere, ovviamente non ne hanno mai reso edotto l’uomo, se non dietro qualche diplomatico e tiepido tentativo delle mamme per lenire gli insuccessi dei loro figli adolescenti, dove tuttavia insegnavan loro, a come essere perfetti zerbini per le donne future.Kretino

Come ho esposto anche in altri lidi, il potere sessuale è ciò che ci fa vivere, non a caso molte persone basano la loro totale esistenza nel sentirsi considerati dal femminile, attuando tutta una serie di convenzioni sociali pur di avere visibilità per il femminile.

Per questo ho sempre sostenuto che sia l’uomo il sesso debole, lo schiavo sociale, l’utile idiota al servizio del femminile.

ma tutto ciò, come dicevo, avrà un termine, e vista la velocità con la quale negli ultimi 50 anni si sono evolute le società moderne, non mi meraviglierei affatto che, dopo la mia dipartita, sulla terra ci sarà una nuova razza femminea, dove l’uomo per come lo intendiamo, sarà estinto, mutato in altro, come un grezzo diamante egli verrà intagliato, privandolo delle smussature non grate al femminile, ma andiamo con ordine.

negli ultimi anni, come dicevo, ho assistito e partecipato al ruolo maschile, vedendo le mie gesta e comparandole con i destini degli altri miei coetanei, ho riflettuto molto, mi sono chiesto spesso quale ruolo e quale privilegio avesse il maschile nel mondo, i suoi valori stoici, e tutto quello che ne consegue.

Ho appurato con il tempo che essere “un vero uomo” dipendeva esclusivamente da due punti cardini:

  •  quello che la società richiedeva
  •  quello che le donne richiedevano

Ora, facendo una veloce ricerca su internet, potete constatare delle cose molto interessanti, molte delle quali vi faranno sorridere e, sicuramente, vi aiuteranno a riflettere meglio sulle mie affermazioni espresse nei due punti citati, ad esempio, indossate oggi dei pantaloni a zampa di elefante o camice a rombi con collo alto, vi sentirete subito derisi e passerete per idioti, ma è anche vero che all’epoca, erano di moda e sicuramente apprezzati dalle donne, stesso discorso possiamo dire zampa di elefanteper il petto villoso.

questa simbiosi tra società+femminile ci ha portato a comprendere molte dinamiche sociali, ma una cosa è certa, le donne hanno sempre tenuto il loro ruolo di arbitri+giudici+fruitori del maschile, a loro proprio uso e consumo.

Posso affermare con assoluta fermezza che gli uomini sono da sempre stati manipolati da questa simbiosi, per i fini più vari, ma oggi possiamo vedere il piano finale con l’avvento del femminismo globale, inteso a mutare quello che ormai è l’obsolescenza maschile, non più necessaria.

Vi invito a ricordare miti cult del maschile come Humphrey Bogart, Cary Grant, James Stewart, Marlon Brando, Clark Gable e il mitico John Wayne.. per noi ragazzi erano i miti da emulare, il maschile per eccellenza, come per incanto, col tempo, spariti dalle tv, anche tutte quelle serie televisive tipo A-team, streethawk, Automan, McGyver ed altre che ricorderete sicuramente, incentrate sul maschile.. sparite!John Wayne

tutto ciò ha prodotto enormi cambiamenti intorno a noi, prendendo gli uomini alla sprovvista, come potrebbe egli solo minimamente pensare che la cosa che desidera di più dalla vita, la cosa che difenderebbe fino al sacrificio ultimo, sia colei che invece vuole la sua fine? eppure cosi appare, l’uomo è rimasto inebetito per molto tempo, come un bambino si stropiccia gli occhi per il sonno, egli non si rende conto delle mutate dinamiche sociali che lo vedono ormai relegato ad una posizione di utile ma non indispensabile.

Le donne hanno deciso che l’uomo di ieri non sia più utile, è stato sfruttato per bene per creare il benessere odierno necessario affinche le donne possano prosperare senza il loro aiuto, questa atroce verità è ancora invisibile a molti occhi maschili, questo per una serie di considerazioni:

A-Teamla prima è la più semplice da comprendere, quale uomo potrebbe mai essere cosi stupido da mettere in dubbio l’operato dell’altra metà del cielo? colei che lo ha partorito? che gli ha sorriso e sostenuto durante l’infanzia? colei che lo attrae sessualmente?

la seconda ha una matrice sociale, ovvero il crescere in una società ormai orientata verso il femminile, ha portato i nuovi “uomini” a privarsi dei precedenti parametri maschili per riconoscersi in altri più consoni al femminile, perdendo quelle peculiarità maschili che le donne hanno abilmente disinnescato nella loro indole tramite musica, media, scuole e dalle esigenze delle nuove donne femministe, che con abile maestria hanno smussaro ed eliminato tutte quelle sfaccettature non più grate al femminile, come in precedenza operato in maniera subdola ed alle spalle degli igniari indefessi maschi.

ma è l’ultima la più tremenda di tutte, la madre stessa che ripudiando il maschile nell’uomo, seleziona gli uomini che la società impone come fighi, come prescelti e se prima lei prediligeva sposarsi con un uomo dai valori stoici, adesso deve semplicemente trovare un bastardo tatuato, oppure un coglione zerbino, in entrambi i casi, egli ripudia la figura sana del maschile, la stessa che lei aveva insegnato ai propri figli, gettandolo via alla bisogna, distruggendo la famiglia coadiuvata dalle tutele legali pro-vagina, che le consentono di crescere il proprio bambino con una visione prettamente femminile del mondo, grazie agli alimenti, alla casa e quant’altro ci sia disponibile, depredati al povero utile idiota cornuto schiavo sociale zerbino di turno, e dico di turno non a caso, visto che oggi molti zerbini eunuchi sono ben lieti di avere le famiglie allargate, crescere figli di altri è normalissimo, oppure adottare figli di altre etnie o come nel recente caso, obbligati a riconoscere legalmente e moralmente figli di altri avuti con la fecondazione assistita erroneamente effettuata con scambio di embrioni.

feMALEnel corso di poco meno di 50 anni, le donne hanno premuto sull’accelleratore sociale, vogliono sorpassare il maschile? no, in quanto non si sono mai sentite inferiori, questo è stato semplicemente quello che ci hanno voluto far credere per nascondere le loro vere intenzioni e per ovvi tornaconti, non a caso hanno mutuato le stesse caratteristiche maschili che hanno da sempre odiato per sottometterci definitivamente, l’arroganza, la presunzione, il lessico da scaricatore di porto, unito alla loro arma finale, la padronanza dialettica dalla lingua biforcuta, alla manipolazione emotiva ed alla fica, sono tutte da sempre loro armi, e le hanno insegnate agli uomini quando era necessario per i loro scopi, oggi non più, non hanno più la necessità di mandare gli uomini in avanscoperta, al massacro.

Non a caso, vediamo una serie di “evoluzioni”, queste trovano conferme nella normalità che le donne hanno da sempre operato per loro stesse e ritenute abberranti per il maschile, quante volte avete visto le donne andare insieme al bagno? quante volte avete visto le donne andare mano nella mano in giro? o parlare tra di loro e farsi i complimenti? tutto perfettamente normale, girate al maschile i predetti esempi e capirete cosa intendo, ergo, oggi è normale che un uomo si depili, si renda effemminato, ci siano lesbiche, transgenders, gay, non si legga tutto ciò in chiave di odio da parte mia, tutto ciò è teso solo a farvi riflettere su un punto che questi hanno in comune:

La promozione del femminile e l’aberrazione del maschile.

Quindi, dopo le zampe di elefante, i maglioni a rombi e il macho man, vogliono semplicemente prendere il definitivo sopravvento, divenendo finalmente le padroni alla luce del sole, e per far ciò devono quindi nuovamente mutare il maschile direte voi, non esattamente, questa fase, come dicevo, c’è già stata, adesso che le basi del “vecchio” maschile sono definitivamente cadute e “digerite” come necessarie, ovvero i diritti maschili, il riconoscimento sociale e storico del maschile, il riconoscimento del loro sacrificio e dei progressi per l’umanità, la famiglia con il capofamiglia maschile etc etc, si può procedere al loro nuovo ruolo sociale, che sarà quindi la sua mutazione successiva per divenire femmineo.

In un futuro prossimo, vedremo le nascite femminili aumentare, a scapito di quelle maschili, fintanto che la scienza maschile non avrà posto il suo ultimo tassello per rendere gli uomini obsoleti in maniera definitiva, nel frattempo assisteremo alla lenta agonia del maschile ed alla nuova razza umana femminea, ovvero una società dove la figura umana avrà sembianze prettamente femminili, dove del maschile non vi sarà traccia.

I FEMMINEIfemminei

I “Femminei” avranno le sembianze delle donne per la quasi totalità del loro aspetto, grazie alla selezione che le donne adopereranno nella scelta del partner, gli ultimi veri uomini non verranno scelti per procreare, pertanto moriranno e con loro l’ultimo bagaglio di DNA maschilista che potrebbe opporsi a tale reale ipotesi, preferendo uomini zerbini facili da manipolare, le donne, già oggi, stanno ponendo le basi dei futuri abitanti femminei, e loro lo sanno ed anche dando il beneficio del dubbio a qualcuna, anche lei indirettamente porterà in atto tale piano, in fondo le donne sono da sempre in simbiosi con la società e le sue mutevoli esigenze, gli unici che non lo sanno siete proprio voi uomini!

ecco come potrebbe apparire agli occhi di un uomo odierno, uno degli ultimi rimasti, una istantanea della futura società femminea:

lead

 Grazie alla mescolanza delle razze, quello che si vedrà in futuro non troppo remoto sarà una società dove la figura femminile prevarrà, nonostante la iniziale omogeneità, i più attenti in essa scorgeranno ancora i transgenders, le lesbiche, e i femminei, ma la differenza nel riconoscerli sarà sempre più difficile man mano che il progresso scentifico e tecnologico muoverà i suoi ultimi passi finali.

Gli uomini di una volta saranno definitivamente scomparsi, molti di quelli che restavano, tipo me, saranno vecchi, rimasti single per scelta o per selezione sociale attuata dalle donne, morendo porranno la definitiva parola fine all’opposizione nazifemminista che vuole un nuovo mondo, tutto al femminile dove l’uomo è obsoleto.

Annunci

3 risposte a "Uomo Obsoleto"

  1. Concordo pienamente tanto che l’articolo sembra scritto da me. Mi rincuora pensare che non sono l’unico a pensarla così, e ad avere gli occhi abbastanza aperti per notare queste anomalie sociali. Purtroppo siamo in pochi. La donna, come si può percepire ha agito e continua a farlo attraverso la censura isolandoci, nella speranza che questo isolamento ci renda più mansueti.

..scrivi pure la tua opinione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...