Tu non la dovrai deludere

 

Soldi e Bambini

Non c’è niente che simboleggi la smidollata deferenza quanto l’immagine di un uomo in ginocchio che chiede alla propria ragazza di sposarlo. Quando le dice quelle parole senza tempo – “Mi vuoi sposare ?” – sta prendendo il più grande rischio della sua vita: quello di deluderla. Attraverso questo atto di demascolinizzazione, le sta davvero chiedendo di scavargli la fossa.

E se lui dovesse, Dio non voglia, deludere il suo fiorellino delicato, uno può solo immaginare come lei potrebbe reagire. Gli Italiani, che odiano vedere le proprie donne deluse, le darebbero molta libertà di azione — sia che lei getti i suoi vestiti dalla finestra, che lo schiaffeggi (come Teri Hatcher, in preda alla rabbia, fa a Pierce Brosnan in Tomorrow Never Dies), o che lo uccida con impunità.

Quando ricevono proposte di matrimonio dai loro fidanzati, in diretta davanti alle telecamere della TV, le donne generalmente saltano su e giù, strillano e spargono lacrime. Nonostante ciò, considerato che i divorzi ormai sono in aumento e che le donne iniziano le procedure di separazione in almeno il 70% dei casi (un barometro accurato del disappunto femminile), e che le inevitabili battaglie in tribunale distruggeranno delle vite, uno finisce per sospettare su quell’entusiasmo che le donne esibiscono quando per la prima volta si infilano l’anello di fidanzamento. Senza dubbi, non sono di certo commosse per gli uomini che sposeranno. Allora, perchè tutta questa eccitazione ?

Lungo tutta la storia miliardi di uomini hanno iniziato il rito della proposta di matrimonio per svariati motivi. Apparentemente, le basi del matrimonio sono cambiate con il tempo — evolvendosi dalle unioni scelte dai genitori e incentrate sulla proprietà, la ricchezza, la condizione sociale e la discendenza, alle unioni moderne dove i fidanzati si scelgono liberamente sulla base della compatibilità e dell’amore.

In realtà, più le cose sono cambiate e più sono rimaste le stesse. I matrimoni, nel 2012, sono ancora incentrati sui soldi e sui figli, come anche il loro disfacimento prova senza alcun dubbio. Quando una pallina da baseball si disfa, uno ne può vedere le interiora; un matrimonio è la stessa cosa. Ironicamente, nei documenti sul divorzio non viene menzionato l’amore, cioè quello che si presume sia l’ingrediente principale, e che è invece un concetto che poche persone capiscono o mettono in atto.

Eterna Infanzia

La delusione, che si può definire come il gap tra l’aspettativa e la realtà, è una costante parte della vita. I veri adulti — quelli che sono mentalmente ed emotivamente maturi — accettano, maneggiano e superano le delusioni, non aspettandosi che altre persone impediscano a queste delusioni di verificarsi.

I bambini invece, sia che abbiano 5 o 35 anni, non sono in grado affrontare le delusioni. Nonostante tutte le chiacchere sul femminismo e la parità, gli Italiani, attraverso un’antiquata cavalleria e leggi anticostituzionali contro gli uomini, la custodia dei figli, lo stupro e la violenza domestica, mantengono le donne in uno stato di perenne infanzia. Sì, le donne Italiane si sono ormai abituate a vedersi risparmiare il rischio, il dolore, e la delusione.

Dato che la maggior parte degli uomini sono stati cresciuti con la missione di dover rendere felici le donne, per chiudere quel doloroso gap che passa tra l’aspettativa e la realtà, la punizione per il fallimento in questo è tremenda.

Le donne semplicemente non vogliono ammettere che il nazifeminarcisismo è la regola, non l’eccezione.. perchè questo ? Perchè la maggior parte degli uomini lo tollerano e lo permettono per via di una falsa necessità: loro credono ingenuamente che le donne hanno una libido debole. Una simile ignoranza sulla sessualità femminile porta ad ogni tipo di comportamento irrazionale maschile.. infatti è vero l’opposto: le donne sono più libidinose degli uomini. Fino a quando gli uomini non capiranno questo, continueranno a strisciare per terra e accontentarle — e le donne continueranno a pretendere, e ricevere.

Avete mai sentito lo slogan, “Se la Mamma è felice, tutti son felici“? Ovviamente l’avete sentito. Questa corbelleria viene praticata in molte famiglie, come se la Mamma fosse il genitore “speciale” che tutti devono far felice, e Papà, l’uomo, fosse superfluo. Questo è il motivo perchè il femminismo ha avuto così tanto successo, e i diritti degli uomini sono ormai quasi morti in tutti i paesi occidentali. Gli uomini non sono semplicemente dei robot costruiti per rendere felici le donne; sono dei robot volenterosi e desiderosi di rendere felici le donne! (sic!)

Circa un anno fa sono stato fuori a mangiare con alcuni amici, parlando di donne e dicendo la mia opinione, ad un certo punto un mio amico mi ha chiesto cosa c’è di così intrinsecamente sbagliato negli uomini perchè rovinano sempre le relazioni. Io sono rimasto sgomento. “Perchè ritieni che le donne sono esperte in relazioni, piccole angiolette perfette senza nessuna colpa ? Perchè presumi automaticamente che ad essere in torto siano gli uomini ?”, ho risposto. Lui non aveva risposte da dare perchè era il tipico uomo che si odia e che crede che gli uomini siano la feccia. Ahimè, ce n’è parecchi come lui fra di noi… amo chiamarli “zerbini“..

Un altro, preso coraggio, mi ha chiesto cosa sono i diritti degli uomini e perchè gli uomini hanno bisogno di qualche diritto — non sto scherzando… gli altri hanno ripetuto come dei robot il mantra femminista, “le donne non hanno votato per 100 anni, noi uomini dovremmo dargli una pausa”… [..] e mentre rispondevo ho persino notato che la fidanzata di uno dei miei amici, diceva che era meglio non invitarmi più ad uscire con loro!.

I pochi eroi che annuivano alle mie ragioni, hanno ammesso nei giorni successivi, che le loro mogli li hanno mandati in bianco per una settimana,  perchè concordavano con me.
E’ triste che gli uomini Italiani si siano ridotti a vivere nel terrore delle donne, facendo si che le donne sentano che il non rimanere deluse è un loro diritto inalienabile.

Com’è che le donne che accusano falsamente di stupro o di violenza domestica gli uomini non vengono condannate ? Com’è che Hollywood ed i vari programmi in televisione rappresentano perennemente gli uomini nelle sitcom e negli spot TV come degli stupidi e impotenti servi delle loro mogli ? E com’è che quando le donne abbandonano i loro figli non voluti nelle stazioni dei vigili del fuoco, nei cassonetti, se non addirittura arrivare ad ucciderli, vengono semplicemente compatite senza che nessuna domanda pertinente ed obiettiva venga posta? la società volta lo sguardo dall’altra parte!

Coccolamento Perverso

Ho detto prima che la maggior parte degli uomini vengono cresciuti per mettere le donne su dei piedistalli ed evitare di deluderle, praticamente, ciò da modo alle donne di essere forti quando gli conviene e deboli quando gli conviene, e gli uomini, che soffrono di vaginafobia, semplicemente vanno avanti tollerando tutto questo come se niente fosse.
Questo perverso coccolamento delle donne è radicato nella paura di deluderle. E’, nella realtà, una plateale mancanza di rispetto nei loro confronti, una convinzione fondamentale che siano deboli e vittime indifese. Ma se le donne si sentissero insultate da questo coccolamento accondiscendente, protesterebbero, vero ? Avete mai sentito una donna protestare perchè riceve speciali privilegi ?

Non credete che le donne si aspettino di essere coccolate e di ottenere una posizione di vantaggio nella vita ? Guardatevi intorno in un ristorante, la prossima volta che uscite; contate quante donne stanno pagando la cena agli uomini. Poi, ascoltate i politici parlare, di entrambi gli schieramenti; contate quanti stanno promettendo di condannare le donne che falsamente accusano gli uomini di stupro.

Le donne pretendono e ricevono coccole. E finchè uomini con il mantello si precipiteranno a salvare le donne dalle loro delusioni, questo gioco di manipolazione continuerà ad andare avanti. Il desiderio di coccolare è tanto immaturo e disfunzionale quanto quello di essere coccolati. Una simile codipendenza porta ad una spirale ascendente di aspettative e delusioni. Il coraggio di deludere una donna è un segno di rispetto nei loro confronti. L’accettazione delle delusioni come parte della vita, e che gli uomini non sono responsabili nel prevenirle, è un segno di rispetto per se stessi e per le donne.

Come Cenerentola

Recentemente un mio amico mi ha raccontato dell’incidente di quando la sua ex-moglie violò gli accordi sulla custodia (dei figli). Lui la portò in tribunale, dove il giudice maschio decise, illegalmente, in favore di lei. Il giudice, in separata sede, disse francamente al mio amico: “Non voglio deluderla (la ex-moglie)”. Chi se ne frega delle leggi quando c’è in ballo la fragilità di una donna ? Ne incontro sempre di uomini, come questo giudice, che si genuflettono alle loro ragazze e mogli per paura di deluderle.

Il Capolinea del Nonsenso

Per coesistere con una donna in un paese che odia la delusione femminile, adesso un uomo ha bisogno di un contratto per fare conversazione, un contratto per un appuntamento, un contratto per fare del sesso, un contratto per un aiuto-lavoratore, un contratto per la convivenza, un contratto per il fidanzamento, un contratto per il matrimonio — e nessuno di questi è garantito che varrà qualcosa. Una miniera d’oro per gli avvocati !

Il benesse di un uomo, in questa ginocrazia che gli uomini hanno costruito, dipende dall’umore di una donna, dalla sua morale, dallo stato in cui vive, e dalla riluttanza di un futuro e sconosciuto giudice o giuria di “deluderla”. Il campo di gioco non è pari perchè gli uomini — che hanno paura di venir chiamati misogini e hanno paura di andare in bianco — hanno lasciato che tutto questo accadesse, continuano a tollerarlo, e non lo combatteranno.

Se sei anche tu un uomo il cui mantra è ‘Tu Non la Dovrai Deludere‘ — con la cena “sbagliata”, conversazione, scherzo, apericene, diamante, macchina, casa, vacanza, accordo di divorzio, salario o legislazione — devi proprio farti crescere un paio di testicoli.

Annunci

2 risposte a "Tu non la dovrai deludere"

  1. condivido quanto scrivi. in Italia, ma più generalmente in occidente, si scambia la cavalleria con lo zerbinismo. L’uomo italiano è demascolinizzato e per un pelo di fica farebbe chissà che cosa.
    Logica conseguenza l’asservimento morale e giuridico.
    per fortuna, qualcuno si è svegliato.
    p.s. ti segnalo un altro sito che si occupa di questione maschile

    http://www.questionemaschile.org/

..scrivi pure la tua opinione

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...